.

0
  • Home
  • News
  • Progettare una Cucina Open Space: La Filosofia dell'Equilibrio degli Spazi

gennaio,2024

Progettare una Cucina Open Space: La Filosofia dell'Equilibrio degli Spazi

Progettare una Cucina Open Space: La Filosofia dell'Equilibrio degli Spazi

Quando si parla di arredamento casa, negli ultimi decenni, il concetto di cucina open space ha guadagnato grande popolarità nelle abitazioni moderne. Si tratta di un approccio che ha rivoluzionato per sempre il modo di disporre una cucina, creando un ambiente unico tra sala da pranzo e soggiorno.

Nel complesso, la cucina open space offre un ambiente funzionale e accogliente che consente una maggiore socializzazione tra ospiti e chi sta preparando prelibate pietanze. Tuttavia, affinché sia possibile realizzare un open space di cucine moderne con isola e non, è necessario adottare una filosofia adeguata che vada a determinare un equilibrio importante degli spazi. Vediamo come fare nelle prossime righe.

Cos’è la cucina open space?

Negli ultimi tempi, il concetto di cucina open space si è fatto sempre più spazio all’interno degli appartamenti degli italiani. Si tratta di un modo rivoluzionario di concepire gli spazi nelle abitazioni e che si contraddistingue attraverso l’apertura delle pareti divisorie che separano la cucina dagli altri ambienti della casa, come sala da pranzo oppure soggiorno.

L’obiettivo delle cucina open space è quello di creare un unico ambiente in cui la cucina stessa diventa il fulcro delle attività di tutti i giorni. Progettare una cucina open space, quindi, richiede un particolare senso di organizzazione e disposizione degli elementi.


Come vedrai nel prosieguo di questa guida, la filosofia dell’equilibrio degli spazi è un fattore essenziale affinché si possa creare un ambiente che sia, al tempo stesso, armonioso e funzionale. La cucina open space, quindi, necessita di una corretta disposizione di mobili, elettrodomestici e delle aree di lavoro in maniera tale che il flusso di lavoro in cucina sia ottimizzato a dovere.

Un altro aspetto da considerare quando si parla della cucina open space è la privacy. Sebbene sia un concetto che promuove la condivisione e l’interazione tra le persone, è fondamentale trovare un equilibrio, anche in questo caso. Ad esempio, ci sono diverse soluzioni che possono essere adottate per poter separare visivamente la cucina quando è necessario, garantendo la possibilità di aprire facilmente gli spazi e tornare ad interagire con gli ospiti.

Vantaggi della cucina open space: quali sono?

E’ indubbio che la cucina open space abbia innumerevoli vantaggi che la rendono particolarmente attraente per un numero sempre maggiore di persone. Vediamoli nelle prossime righe:

  • Senso di spaziosità: uno dei principali vantagi della cucina open space è sicuramente l’ampio senso di spaziosità che si ottiene quando si abbattono le pareti divisorie. Tutto ciò rende l’ambiente più luminoso e arioso.

  • Possibilità di socializzare: una cucina open space consente di aumentare i momenti di socializzazione di chi sta preparando i pasti e gli ospiti. Infatti, mentre il cibo viene cucinato, chi si trova ai fornelli può interagire con gli altri membri della famiglia oppure con gli ospiti nella zona living. Ciò permette di aumentare il senso di coesione famigliare e di rendere più piacevoli le attività di tutti i giorni.

  • Ricerca dell’equilibrio: la cucina open space, quindi, è in grado di fornire un perfetto mix di funzionalità e design in maniera tale che la cucina stessa sia considerata un ambiente esteticamente piacevole ma anche pratico e funzionale.

  • Flessibilità: l'assenza di pareti fisse, è possibile personalizzare lo spazio in base alle esigenze e ai gusti individuali. L'aggiunta di un'isola centrale, ad esempio, può fungere da elemento di separazione visiva tra la cucina e il resto dell'open space, creando al contempo un pratico piano di lavoro e uno spazio conviviale per colazioni o aperitivi.

Come progettare una cucina open space? Ecco i nostri suggerimenti

Prima di addentrarci nei nostri consigli su come progettare una cucina open space equilibrata, ci sono alcuni suggerimenti fondamentali di cui tener conto. Per prima cosa, il layout funzionale è davvero fondamentale, tale da garantire un flusso di lavoro agevole e, pertanto, una soluzione che viene spesso presa in considerazione prevede un open space cucine moderne con isola in maniera che tutto formi un triangolo.

Un altro elemento essenziale è l’ottimizzazione dello spazio di archiviazione: sebbene una cucina open space possa sembrare spaziosa, è importante sfruttare ogni angolo in maniera tale da evitare situazioni di disordine e mantenere tutto il contesto pulito e ordinato.

Materiali e colori per l'equilibrio estetico

Se hai intenzione di progettare una cucina open space all’interno del tuo appartamento, la scelta dei materiali e dei colori gioca un ruolo davvero fondamentale nel raggiungimento di un perfetto equilibrio. Per prima cosa, devi sapere che è importante scegliere dei materiali durevoli e di alta qualità che siano in grado di resistere all’usura quotidiana e che mantengano un aspetto di “nuovo” per lungo tempo. In questa maniera, è possibile risparmiare centinaia di migliaia di euro evitando di acquistare una nuova cucina dopo pochi anni.

Per quanto riguarda i colori, invece, è consigliabile optare per una palette che sia neutra e armoniosa: ad esempio, devi sapere che le tonalità sul chiaro contribuiscono a creare un senso di calma e spaziosità. Invece, utilizzare colori più vivaci in maniera strategica contribuisce a dare un tocco di personalità senza appesantire l’ambiente circostante.

L'illuminazione nel design open space

Quando si progetta una cucina open space, un altro fattore di cui tener conto è sicuramente l’illuminazione, elemento essenziale per un ambiente sereno e che metta tutti a loro agio. Pertanto, è importante riuscire ad ottenere una combinazione di fonti di luce naturale e artificiale che contribuiscono a trasformare l’ambiente, dando funzionalità alla tua cucina.

Ad esempio, tra le scelte che non puoi ignorare ci sono le finestre ampie che contribuiscono a far entrare luce naturale durante le ore più luminose della giornata, il tutto con l’obiettivo di rendere lo spazio ancora più accogliente e arioso. Invece, durante la sera, un sistema di illuminazione adeguato può creare delle atmosfere diverse a seconda delle esigenze.

Puoi scegliere di utilizzare unicamente delle lampade da terra che contribuiscono a donare all’ambiente un’illuminazione più soffusa e rilassante; oppure, valutare l’installazione di luci a led per garantire luce artificiale adeguata.

Adattare la cucina open space alle esigenze personali

Realizzare una cucina open space non è di certo semplice e immediato. Oltre agli aspetti già analizzati, è importante considerare delle condizioni imprescindibili: le proprie esigenze personali. Infatti, ogni famiglia avrà delle esigenze e preferenze diverse, ecco perché è necessario che la cucina open space rispecchi il proprio stile di vita.

Ad esempio, se ami cucinare, potresti desiderare un piano di lavoro ampio e spazioso che sia integrato da accessori che ti aiutino nella preparazione dei cibi. Invece, chi preferisce i momenti di convivialità, potrebbe apprezzare un bancone che consenta di sorseggiare dei drink oppure fare colazione insieme ad altre persone. Per poter raggiungere obiettivi di questo tipo, la progettazione non è l’unica cosa che conta: anche i mobili e gli elettrodomestici consentiranno di rendere la tua cucina open space un ambiente perfettamente adatto alle tue esigenze.

Non dimenticare l’efficienza energetica

Oggigiorno, un numero sempre maggiore di persone è preoccupata per le condizioni dell’ambiente in cui viviamo. Il pianeta è sotto uno stress continuo derivante dall’utilizzo di risorse importanti: perché non riuscire a dare il proprio contributo dal punto di vista dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale?

Quando si parla di cucina open space, bisogna sottolineare che l’assenza di pareti consente una migliore circolazione dell’aria e una maggiore illuminazione naturale per poter ridurre la necessità di utilizzare l’illuminazione artificiale durante il giorno.

Inoltre, la cucina open space consente anche di favorire la dispersione del calore dettata da parte degli elettrodomestici, andando a ridurre il consumo energetico. Si tratta di un aspetto molto importante da considerare, soprattutto in ambienti dotati di dispositivi molto efficienti dal punto di vista energetico.

Tipologie di cucine open space: quali sono le più apprezzate?

Adesso che hai capito che la cucina open space è una scelta sempre più apprezzata da chi sta cercando casa oppure prevede di ristrutturare un appartamento, è arrivato il momento di comprendere quali sono le soluzioni che potrai adottare per rendere la tua abitazione moderna e funzionale. Esistono diverse tipologie di cucine open space, ognuna delle quali ha delle caratteristiche uniche e dei vantaggi specifici. Nelle prossime righe, abbiamo deciso di individuare le soluzioni più diffuse.

Cucine open space con isola centrale

Le cucine open space con isola centrale sono una delle tipologie più amate e versatili. L’isola centrale è un plus che funge da punto focale e che offre spazio aggiuntivo per poter preparare pasti oppure creare una zona conviviale. Si tratta di una soluzione per chi ama cucinare e ha bisogno di un’area di lavoro aggiuntiva che consenta comunque la comunicazione con gli ospiti e i parenti.

Generalmente, l’isola è dotata di un piano cottura, di un lavello oppure di un’area di lavoro estraibile. L'isola centrale può offrire spazio per la colazione o per intrattenere gli ospiti durante i momenti informali.

Cucine open space a L

Le cucine open space a L sono caratterizzate dalla disposizione degli elementi lungo due pareti adiacenti, creando un angolo retto, una soluzione perfetta per ottimizzare lo spazio in ambienti rettangolari o quadrati. L'angolo della L può essere utilizzato per posizionare elettrodomestici, come il frigorifero o il forno, mentre la lunga parte della L può essere utilizzata come piano di lavoro o lavello. Questa disposizione offre un flusso di lavoro lineare ed efficiente e una facile accessibilità agli elementi della cucina. E’ un’alternativa che viene spesso utilizzata quando non si ha a disposizione una porta finestra, ma semplicemente una finestra: l’angolo della L è posizionato spesso sotto questa apertura per ottimizzare lo spazio.

Cucine open space a U

Le cucine open space a U sono simili alle cucine a L, ma vengono integrate da una terza parete che aggiunge ulteriori elementi. La cucina a U ha il pregio di offrire un ampio spazio di lavoro e una grande quantità di armadi e cassetti.

Le cucine open space a U sono particolarmente adatte per famiglie numerose o per chi ama cucinare con ingredienti freschi e vuole avere tutto a portata di mano. Questo layout permette anche di rendere più efficiente la preparazione dei pasti potendo accedere a più spazi di lavoro.

Cucine open space lineari

Le cucine open space lineari sono caratterizzate da una disposizione lineare degli elementi lungo una singola parete. Questo design è ideale per spazi stretti o allungati, come in alcuni loft o appartamenti che prevedono una distribuzione particolare.

Le cucine lineari sono funzionali, sebbene a primo impatto possano sembrare limitanti. Infatti, la disposizione lineare, quindi senza troppi fronzoli, rende il flusso di lavoro agevole e permette a chi cucina di accedere a tutte le aree in modo semplice.

Cucine open space con penisola

Le cucine open space con penisola sono simili alle cucine con isola centrale, ma con un lato collegato al muro. Questo design offre un'alternativa più compatta all'isola centrale, ideale per spazi più piccoli. La penisola può essere utilizzata sia come spazio di lavoro aggiuntivo che come tavolo per pranzi veloci o per ospitare gli ospiti durante gli eventi più informali. Questa tipologia è particolarmente apprezzata per la sua versatilità e capacità di adattarsi a spazi di diverse dimensioni.

In definitiva, la cucina open space rappresenta una delle soluzioni più moderne e innovative per rendere la tua casa bella e accogliente. Per progettare una cucina open space adeguata, però, è necessario ricercare aspetti come equilibrio e funzionalità. In particolare, è l’equilibrio ad essere uno degli elementi cardine per poter creare un ambiente che sia al tempo stesso armonioso e accogliere per famiglia e ospiti.

Come ottenere questo risultato? Bisognerà scegliere un layout che sia funzionale, usare materiali e colori coerenti e ottimizzare l’illuminazione, creando una congiunzione efficace di luce naturale e artificiale. In ogni caso, è bene sapere che la cucina open space può essere personalizzata, andandola ad adattare a qualsiasi esigenza dell’individuo.

Ad oggi, il concetto di cucina open space è ancora in divenire e ciò consente ai futuri proprietari di casa di trovare delle soluzioni innovative, rendendola un contesto sempre più centrale nella vita di tutti i giorni.


Hai domande?

Cappa integrata per i piani cottura a induzione: tra design e funzionalità